Il Baobab-l’Albero della vita


Un albero da cartolina, da foto, da “mal d’Africa”. Si staglia davanti al basso, grande e rosso sole africano al tramonto, ed è impossibile resistere allo scatto fotografico.

E’ L’ALBERO DEL BAOBAB … solo il nome, EVOCA TUTTA LA MAGIA DEL CONTINENTE NERO.

Il Baobab (Adansonia digitata) è una pianta longeva, forte e imponente con grandi rami che si aprono al cielo e sembrono radici. Una pianta sacra che, secondo la cultura di alcuni popoli africani non può essere abbattuta dagli uomini e solo gli eventi naturali possono scalfire.

E’ conosciuto anche come “Gigante buono”, “Albero della Vita, “Albero Magico”, e “Albero del farmacista” poiché ogni sua parte (radici, foglie, polpa del frutto e semi), possono essere usati a scopo nutrizionale e/o terapeutico. Al proposito, oltre 300 diversi utilizzi sono stati documentati in Benin, Mali, Zimbabwe, Camerun, Repubblica centro-africana, Kenya, Malawi, Sud Africa e Senegal.

Numeri e fatti di un Gigante Buono che può superare i 23 metri di altezza

Il tronco può raggiungere gli 11/12 metri di diametro.

Le foglie, dalla forma lanceolata e dal colore verde brillante, hanno una lunghezza che varia dai 4 ai 15 cm.

I fiori, di colore bianco e grandi (dai 15 ai 20 cm) scendono dai rami appesi a una specie di liana che può raggiungere i 100 cm di lunghezza. Sfiorisce nel giro di 24 ore.

I frutti, dalla scorza dura e legnosa e dalla forma a “salsiccia”, possono essere lunghi da 12 a 36 cm. Al loro interno, una polpa bianca e tanti semi scuri che ricordano i fagioli neri.

Alcune specie di Baobab mantengono le foglie sui rami per soli  tre mesi all’anno.

Forse non tutti sanno che 

La polpa del frutto ha un altissimo contenuto di Vitamina C: 280-300 mg/100 gr, mentre l’arancia ne contiene solo 60-70 mg!

Dopo averlo descritto, lasciamo parlare le immagini!